21/06/2019

Milano: 500 mila euro per educazione sessuale a scuola e altre iniziative di propaganda

Sempre più lustrini arcobaleno all’ombra della Madonnina. Non solo a Milano fervono i preparativi per il Milano Pride (21-30 giugno) ma, in occasione della presentazione dell’evento a Palazzo Marino, l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Pierfrancesco Maiorino, ha annunciato il varo di alcuni ambiziosi progetti di marca Lgbt.

Il primo consiste nell’inaugurazione ai primi di luglio di una “Casa Arcobaleno” che ospiterà ragazzi cacciati di casa o in conflitto con la famiglia per il loro orientamento sessuale. Presso la Casa Arcobaleno, un immobile messo a disposizione dalla Cooperativa Spazio Aperto, potranno essere ospitate fino a tre persone per volta, per un tempo di permanenza dai sei agli otto mesi, durante il quale gli utenti potranno godere di un supporto psicologico, legale e di orientamento al lavoro con percorsi personalizzati. L’assessore ha anche accennato all’imminente apertura di un help center, contro tutte le discriminazioni: disabilità, immigrati, violenza di genere e, per l’appunto, orientamento Lgbt. «L’obiettivo è intercettare soprattutto i giovani discriminati e farlo attraverso i canali a loro più congegnali: un portale online, una chat e un numero verde», ha spiegato Maiorino.

Non è tutto: il Comune di Milano stanzierà 500 mila euro per campagne di informazione ed educazione sessuale a scuola finalizzate a «sostenere la cultura della prevenzione per combattere le malattie sessualmente trasmissibili», ai sensi della legge 285/1997, che prevede interventi speciali a favore dell’infanzia e dell’adolescenza.

Già nel dicembre 2018, sempre l’assessore Maiorino aveva presentato il progetto Beyond Stereotype (Be.St.), con lo scopo di combattere gli «stereotipi di genere», il «patriarcato» e la «misoginia».

La capitale finanziaria italiana, al culmine del suo rinnovato prestigio internazionale, si conferma quindi nella sua capacità di porsi in prima linea con le “mode” e i costumi giunti dall’estero. Ponendosi, però, in controtendenza con il sentimento diffuso degli italiani, che, negli ultimi anni, stanno manifestando una crescente ostilità contro le colonizzazioni ideologiche, in particolare in salsa arcobaleno.

Luca Marcolivio

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info