21/03/2018

Matrimonio - Per il principe Harry è per sempre

Il principe Harry e la sua bella Meghan Markle celebreranno il loro matrimonio il prossimo 19 maggio. Sull’evento, come già era successo per il fratello, si è scritto e detto di tutto, e le prossime settimane non ci faranno mancare altri scoop in merito.

Tra tutte le cose emerse, tuttavia, una merita di essere sottolineata: per Harry il matrimonio è per sempre, tanto da aver rifiutato di firmare l’accordo prematrimoniale teso a salvaguardare il  suo patrimonio di circa 34 milioni di euro. Un suo amico ha affermato, in proposito: «Harry ha deciso che il suo matrimonio sarà duraturo, quindi non c’è bisogno che firmi qualcosa».

Ecco, questa frase rompe tutta una serie di preconcetti sull’amore oggi molto diffusi: l’amore non è (solo) sentimento, l’amore è innanzitutto una scelta, così come la fedeltà.

Quando si sentono le farfalline nello stomaco e il proprio lui o propria lei è, a nostri occhi, sempre perfetto/a, bello/a, buono/a, simpatico/a, allora si è ancora innamorati: solo poi si arriva all’amore, presupposto sul quale costruire un matrimonio solido. Non a caso la formula matrimoniale – come spiegava Benedetto XVI in un incontro ai fidanzati qualche anno fa – non chiede se si è innamorati, ma chiama in causa la volontà, «Vuoi tu...», così come la frase «nella gioia e nella malattia» non sta ad indicare il fatto di amare quando l’altro è malato, ma di amare l’altro quando si è malati (situazione nella quale si è ancora più portati a concentrarsi su se stessi). Consigliamo la visione di questo video dello psicologo e psicoterapeuta Roberto Marchesini, che spiega bene questi concetti.

L’amore è accogliere l’altro così com’è, difetti inclusi, e sacrificare il proprio ego per mettere l’altro al primo posto. Talvolta tutto questo può non essere piacevole, almeno non sempre, amare: richiede uno sforzo, non viene spontaneo. E in una società come la nostra dove a vincere sono il “tutto subito” e il “tutto facile”, l’amore fedele spesso soccombe.

Ecco quindi che la testimonianza di Harry, come già quella del fratello William quando sposò Kate Middleton, in un matrimonio che sia per sempre è veramente preziosa.

Un’altra nota, a margine. Non è corretto, come spesso invece accade, demandare al matrimonio o al coniuge la propria felicità, con una tacita pretesa: non spetta a nostro marito / a nostra moglie renderci felici, bensì spetta a noi il compito di spenderci per l’altrui felicità. Ed è proprio in questo dono di sé all’altro, senza calcoli e tornaconti, che si vedrà la propria vita fiorire e dare frutto.

Teresa Moro


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’aborto

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info