27/02/2018

La Buona Notizia #859 – Premiata una campionessa con disabilità

La Buona Notizia che vi diamo oggi riguarda una vera e propria campionessa che non ha visto la disabilità come un ostacolo alla vita ma ha impiegato tutte le sue energie dimostranro passione nella  vita.

Tra i 29 minorenni, nominati nuovi «alfieri» della Repubblica – spiega il sito del Quirinale- c’è anche la piccola Margherita Borsoi, 12 anni, di Sernaglia della Battaglia, in provincia di Treviso, prima atleta con disabilità a prendere parte al campionato internazionale di taekwondo, un arte marziale di origini coreane.

Margherita, nata priva dell’avambraccio e della mano sinistra, pratica sport sin dall’età di 5 anni. A sei mesi di gravidanza le era stata diagnosticata questa malformazione ma i genitori, seppur inizialmente impauriti, la accolsero con immensa gioia e furono ripagati dal suo aperto sorriso.

Nel 2016 ha vinto la medaglia di bronzo al campionato internazionale Open Belluno di Taekwondo ma ha praticato anche altri sport, come lo sci da discesa, il nuoto, il pattinaggio sul ghiaccio e quello a rotelle. Secondo il portale di art4sport” Onlus, che le permette di confrontarsi con altri ragazzi affetti da disabilità, «Le parole che riassumono Margherita sono tenacia e indipendenza».

Il suo sogno? Arrivare un giorno alle Olimpiadi. Margherita, insieme ai piccoli, che hanno dimostrato coraggio, solidarietà e difesa dell’ambiente in varie iniziative, saranno premiati dal presidente Sergio Mattarella, lunedì 12 marzo.

Nel progressivo diffondersi di una cultura che emargina chi è affetto da disabilità e ne disprezza la stessa vita (con leggi inique come quella sulle DAT), siamo lieti di poter dare La Buona Notizia di questo riconoscimento.

Speriamo che questo sia il primo di tanti, rivolto a coloro che non si arrendono...

Luca Scalise


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza... la condivideremo con tutti i Lettori!


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info