04/02/2020

Il Coronavirus sconfitto… da una Vita che nasce!

Tutto il mondo trema quando viene pronunciata questa parola: “Coronavirus”. Dopo che un ceppo di questo virus è stato riconosciuto al termine dello scorso anno in Cina, a Wuhan, sarebbero al momento oltre 425 le morti causate dall’epidemia e oltre 20mila i casi accertati di infezione in Cina a un mese dalla segnalazione.

Per quanto riguarda la diffusione di questo virus nel resto del mondo, nonostante i vari governanti stiano rassicurando la popolazione sul fatto che non ci siano ragioni di allerta, la preoccupazione continua ad essere molto presente fra la gente. Eppure, questo virus così temibile e così temuto è stato vinto da una creaturina piccolissima: una bambina.

Un articolo dell’Ansa ci informa di questa notizia assolutamente sorprendente: «Una bimba è nata il 30 gennaio in un ospedale in Cina da una donna incinta infettata dal nuovo coronavirus. Mamma e bimba ora sono in condizioni stabili, e la piccola non è risultata positiva al virus». Il fatto è accaduto il 30 gennaio «in un ospedale di Harbin, nella provincia di Heilongjiang», dove la donna e la piccola sono in quarantena.

E pensare che, nel tempo dell’infezione della donna, questa bambina era una non nata. È vissuta nel grembo materno, alimentandosi grazie alla madre e senza nemmeno contrarre il virus.

Era una non nata, proprio come quei tanti bambini che non vengono riconosciuti come tali, ma sono chiamati dispregiativamente “grumi di cellule” e considerati potenzialmente abortibili, come se nulla fosse, come se non fossero persone, esseri umani la cui dignità non va calpestata.

Onore al coraggio di questa madre che ha accolto la piccola nonostante le sue così critiche condizioni e a tutti coloro che l’hanno sostenuta in questo duro periodo. Speriamo che presto mamma e figlia, insieme ai tanti ancora contagiati, possano uscire finalmente da questa situazione sani e salvi.

 

di Luca Scalise

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info