04/02/2019

I Paesi nordici hanno disperato bisogno di natalità

Il calo dei tassi di natalità potrebbe portare alla fine del generoso modello di welfare state della regione norvegese. Il primo ministro norvegese Erna Solberg ha sollevato preoccupazioni sulla quantità di nascite, nei giorni scorsi. Infatti in Norvegia, Finlandia e Islanda, i tassi di natalità sono scesi ai minimi storici nel 2017.

Le regioni nordiche sono state a lungo un bastione di forti tassi di fertilità in un vecchio continente che stava rapidamente invecchiando. La Solberg ha rivolto una disperata richiesta ai cittadini e ha affermato che «la Norvegia ha bisogno di più bambini», non penso di dover dire a nessuno come si fa. «Nei prossimi decenni, incontreremo problemi per mantenere il nostro modello di welfare». In Norvegia, Finlandia e Islanda, i tassi di natalità sono scesi ai minimi storici nel 2017, con 1,49-1,71 figli nati per donna. Solo pochi anni prima, i loro tassi di natalità si aggiravano vicino al livello 2.1 richiesto per la stabilità della popolazione.

«In tutti i Paesi nordici, i tassi di natalità hanno iniziato a calare negli anni successivi alla crisi finanziaria del 2008», ha dichiarato all’Agenzia France Press la sociologa dell’Università di Oslo, Trude Lappegard. «La crisi è finita ora, ma sta ancora portando con se i sui terribili effetti negativi». Non è un caso che in questi stessi giorni la coalizione di conservatori e populisti norvegese abbia stretto un patto politico con il partito democratico cristiano che ha preteso una riforma restrittiva della legge dell’aborto del Paese. Proteste ci sono state ma alla fine la promessa riforma della legge per impedire, come primo passo, gli aborti di gemelli è condiviso. Rimangono altre proposte di riforma sul tavolo della nuova e stabile coalizione, quella del divieto di ‘aborti selettivi’ e di aborti dopo la nascita, che però verranno discussi in seguito. Una svolta duplice: presa di coscienza di un problema serio (natalità e decrescita) e prime misure per limitare la morte per aborto. Brava Norvegia!

Luca Volontè

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info