14/11/2019

Genova, bambino disabile e di colore vittima di razzismo sull’autobus

Disabile e di carnagione nera. Due motivi per essere discriminato. Accade in Italia e non stiamo parlando di una storia di fine ‘800, ma del 2019.

L’episodio è avvenuto qualche giorno fa a Genova, a bordo di un autobus ed è stato riferito dall’insegnante del bambino che ha subito l’episodio di razzismo.

Il blog “Sos donne”, infatti, ha riportato la testimonianza dell’insegnante, che accompagnava sui mezzi pubblici la sua classe composta da 19 bambini, tra i quali proprio il piccolo – disabile e di colore – che si è seduto vicino ad una signora. «Me lo potete togliere? Non pagano nemmeno il biglietto» è stato l’assurdo commento.

Le insegnanti hanno mostrato alla signora il regolare tagliando di viaggio, ma soprattutto l’hanno invitata ad alzarsi e spostarsi, non di certo facendo spostare il bambino. Secondo le maestre il vero motivo del razzismo sarebbe stato “solo” il colore della pelle del bambino, ma di certo questo non giustifica quanto avvenuto e soprattutto non va dato per scontato – in una società come quella odierna, sempre pronta a “scartare” chi non è perfetto – che tale violenza verbale e razzista non sia arrivata anche e soprattutto per la disabilità del bambino.

 

di Salvatore Tropea

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info