22/01/2021

FLASH - Una donna definisce "da agonia" i dolori dell'aborto farmacologico

Un articolo di Live Action dà voce al racconto di una donna che ebbe un aborto spontaneo. Per l'espulsione del bambino, deceduto naturalmente, le venne somministrata la seconda delle due pillole che servono per provocare un aborto volontario con il metodo farmacologico, il misoprostolo. Ogni mezz'ora doveva correre in bagno, per il continuo sanguinamento e definì "da agonia" i forti crampi che sentiva. Volle raccontare questa storia per dimostrare che l'aborto non è affatto una passeggiata ed espone la salute femminile a gravi rischi.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info