13/11/2021

FLASH - L'ippopotamo è "persona" (i bambini in grembo no)

 Un giudice statunitense ha riconosciuto la personalità giuridica a 4 ippopotami di proprietà del  defunto e famigerato boss della droga colombiano Pablo Escobar.
Dopo la morte del boss, nel1993, gli ippopotami rimasero indisturbati in quello che era il suo zoo personale, finché non  fuggirono nel fiume Magdalena, dove da allora si sono moltiplicati rapidamente, senza predatori naturali. Oggi, la popolazione di quasi 120 ippopotami ha devastato l'ecosistema. I loro escrementi sono stati responsabili di pericolose fioriture di alghe e gli animali hanno attaccato in più occasioni i pescatori locali.
Sono state proposte diverse soluzioni per affrontare il problema: l'uccisione, la sterilizzazione o la somministrazione di contraccettivi.
Allora, l'Animal Legal Defense Fund (ALDF) ha presentato una domanda per far testimoniare due esperti in favore di opzioni non letali e non chirurgiche, per tutelare la salute dei pachidermi. Questi parlerebbero in nome e per conto degli ippopotami, che sarebbero i querelanti (la "comunità di ippopotami che vivono nel fiume Magdalena").
Il giudice federale Karen Litkovitz ha accolto la richiesta: una legge statunitense  consente alle "persone" interessate in contenziosi estere di richiedere deposizioni di esperti statunitensi.
Sicché agli ippopotami "stranieri" è stata riconosciuta la personalità giuridica.
La qualcosa è sistematicamente negata ai bambini nel grembo materno americani,  in nome del "diritto all'aborto".
 
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info