17/01/2022

FLASH – Fecondazione assistita, medici francesi accusati di frode

La fecondazione assistita è una pratica che per sua stessa natura si presta a manipolazioni di ogni tipo e spesso solo dopo molti anni si scoprono i veri legami di parentela tra le varie persone coinvolte nel processo.

Ora in Francia per la prima volta dei medici sono stati accusati di “frode sulla fertilità”. Un'associazione che collega i bambini concepiti da donatori con i genitori, “PMAnonyme”, ha infatti notificato alle autorità che durante gli anni '70 e '80 tre ginecologi francesi hanno utilizzato il proprio sperma per inseminare le loro pazienti.

PMAnonyme ritiene che questo sia solo l'inizio di uno scandalo più ampio. Al momento sembra che due dei tre medici coinvolti siano morti.

Fino al 1992, l'uso dello sperma di un medico non era considerato necessariamente illegale in Francia. Non è chiaro quanti bambini siano coinvolti, ma Blandine, vicepresidente di PMAnonyme, crede di aver trovato sette sorellastre e fratellastri biologici nella sua città, tutti provenienti dalla stessa clinica medica.

Nel 2019 era emerso un caso particolarmente bizzarro dopo che la trentaquattrenne Nelly aveva scoperto di essere stata concepita da un donatore. La donna ha indagato ulteriormente e ha identificato ben 23 parenti. Si è quindi scoperto che tre generazioni di uomini - un nonno, un padre e un figlio - avevano donato sperma alla stessa clinica medica per circa 20 anni.

Fonte: BioEdge

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info