02/11/2020

FLASH- Ricordiamo anche le vittime di Covid, aborto ed eutanasia

Oggi, 2 novembre, ricorre la commemorazione di tutti i defunti. Quest'anno, purtroppo, la pandemia ha portato via tanti dei nostri cari, ecco perché oggi è un giorno di grande memoria e dolore per molti di noi, così come per tanti altri che stanno attraversando il lutto di persone decedute per altre cause. Noi vogliamo ricordare anche quei defunti dimenticati da tutti: i bambini abortiti - esseri umani come noi -, quelli sacrificati in stato embrionale affinché almeno uno si impianti per la fecondazione artificiale - spesso precedente all'utero in affitto -, e tutti quegli anziani, malati, disabili o semplicemente depressi, che spesso non hanno avuto accesso alle cure o sono stati lasciati soli e sono rimasti vittime della cultura della morte con eutanasia e suicidio assistito. A tutti loro va il nostro più caloroso ricordo, nella speranza che la società tutta possa diventare più sensibile alla difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info