17/09/2021 di Luca Marcolivio

ESCLUSIVO – Borghi a Pro Vita & Famiglia: «Genitori a scuola senza Green Pass. Ecco da quando»

I genitori potranno accompagnare i figli a scuola anche senza green pass. Lo ha annunciato il deputato della Lega, Claudio Borghi, grazie al cui emendamento è stata ottenuta la correzione della norma. «Verrà emessa circolare – ha dichiarato in un tweet Borghi –. Il nulla rispetto alla marea ma per qualcuno forse sarà importante. Con questo non ho veramente altro da dire sull’argomento green pass». Un piccolo passo avanti, forse non eclatante, che comunque l’onorevole Borghi rivendica in modo piuttosto deciso. Contattato da Pro Vita & Famiglia, Borghi ha fornito qualche dettaglio in più sulla norma.

 

Onorevole Borghi, come ha ottenuto questa circolare?

«Avevo presentato tutta una serie di emendamenti per cancellare quella norma ignobile, con tutta una serie di limiti ed esenzioni. Il governo ha concesso che, almeno per alcune categorie di fragili e certamente per i disabili, la norma andava cambiata. Posto che va definita e delimitata la categoria di “fragili” hanno detto che, se ritiravo tutto, avrebbero emesso una norma secondaria. Quindi lo hanno promesso in modo non informale. Io ho preferito che il sottosegretario della Commissione si prendesse l’impegno ad alta voce, in modo che venisse verbalizzato entro tempi tecnici di breve durata per far uscire una circolare che permetterà l’accompagnamento di una fascia estesa di studenti».

Tutti gli studenti potranno essere venuti a prendere a scuola dai genitori o vi sono dei limiti?

«Non sarà erga omnes, fosse stato così avrebbero bocciato la proposta. È inverosimile che uno studente delle superiori normodotato e non fragile abbia bisogno di essere accompagnato dentro dal genitore. Sarà comunque necessaria una formula per definire quali bambini ragazzi ne avranno bisogno, che siano disabili o no. Vanno insomma definite quali sono le categorie “fragili”».

Quale tempistica avrà il suo provvedimento?

«In ogni caso dovrebbe andare in porto prima del passaggio al Senato. Quindi nell’arco di una decina di giorni, al massimo quindici giorni, dovrebbe essere attuata una circolare attuativa per recepire l’emendamento. Formalmente quello recepito era quello per i disabili ma, come detto, va definita e normata la categoria dei fragili. La circolare attuativa del Ministero consentirebbe quindi l’accompagnamento senza green pass dei bambini a scuola».

Morale di questa storia?

«Mi dispiace veramente anche soltanto dover pensare di mettermi a discutere su queste cose, però, viviamo in un mondo di pazzi, si porta a casa quello che si può…».

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info