05/02/2016

Embrioni, esperimenti, ricerca eugenetica

A margine della notizia che abbiamo dato circa la ricerca scientifica sugli embrioni consentita nel Regno Unito, pubblichiamo la dichiarazione inviata a ProVita da Don Francesco Giordano, direttore di Vita Umana Internazionale, l’ufficio italiano di Human Life International.

“Si tratta di eugenetica. È Il tentativo di creare bambini ‘su misura’”.

“Da un lato era immaginabile, dall’altro fa paura – afferma don Giordano.

L’eugenetica è stata già usata negli anni ‘20 in Germania e successivamente in Cina; in Inghilterra era già nell’aria da tempo una simile mentalità”. D’altronde, continua don Giordano, “oggi basta che un bambino abbia un difetto e spesso si ricorre all’aborto senza nemmeno pensarci due volte”. Una mentalità, sottolinea il direttore, “che porta ad una spirale nichilista se ne accettiamo la logica.

La mentalità contraccettiva porta alla mentalità abortista; la mentalità abortista porta alla mentalità eugenetica, e quella eugenetica porta alla mentalità eutanasica”. In fondo – ricorda il teologo – “questa è l’epoca in cui l’uomo vuole farsi Dio; è l’uomo che vuole sostituirsi al Creatore. E lo fa attraverso programmi di eugenetica promossi da grandi compagnie che ci guadagnano sopra, come si vede nel pensiero “sci-fi” del cosiddetto “transumanesimo” ossia l’ideologia eugenetica che cerca di cambiare la genetica stessa dell’uomo mescolandola ad altre creature”. Questi , avverte il direttore, “sono ‘giochi’ di genetica che non appartengono al dominio dell’uomo. Nonostante le promesse di curare e prevenire malattie questa possibilità apre ad un ventaglio enorme di abusi di questo genere”.
Dal punto di vista teologico, conclude Don Giordano, “i Padri della chiesa dicevano che dopo il peccato originale abbiamo perso la somiglianza di Dio, mantenendola solo in atto. Ora oserei dire che siamo un passo avanti: stiamo cercando di mutare l’immagine di Dio in un uomo che forse non sarà più nemmeno uomo”.

Redazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info