08/10/2021 di Luca Marcolivio

Elezioni scolastiche dei genitori: una chance per la libertà educativa

La scuola torna in presenza e a beneficiarne sono anche i genitori e la loro partecipazione alla vita scolastica. Sia per quanto riguarda i consigli di intersezione, di interclasse e di classe che i consigli d’istituto, le riunioni si potranno svolgere online o in presenza, a seconda delle esigenze.

Le elezioni dei rappresentanti dei genitori non si limitano ad essere uno strumento di democrazia all’interno del contesto scolastico. Questo momento è l’occasione per rinsaldare l’alleanza educativa tra scuola e famiglia. La libertà d’educazione è un principio non negoziabile, tutelato dalla Costituzione italiana e da vari trattati internazionale. Tanti più genitori a sostegno della libertà educativa si candideranno ai consigli di classe e d’istituto, quanto più essi saranno gocce nell’oceano di una nuova stagione per il nostro sistema scolastico. Una bella stagione dopo tante cupe nuvole e tanti minacciosi temporali.

Ecco perché la speranza è che quanti più genitori possibile si rechino alle urne, non solo per dare un chiaro segnale di partecipazione e importanza delle votazioni, ma anche per ritornare ed continuare ad essere protagonisti nel mondo della scuola.

Per quanto riguarda le informazioni più organizzative e logistiche, nelle assemblee online, il coordinatore di classe provvederà a fornire, entro l’orario d’inizio delle stesse, un link per accedere alla piattaforma (Google Meet, Zoom o altro), per effettuare le riunioni in modalità online. Una volta aperta la riunione, il coordinatore di classe/team docente illustrerà brevemente l’utilità degli organi collegiali e le modalità di votazione, dopodiché lascerà l’assemblea online che proseguirà in maniera autonoma tra i genitori della classe.

Le votazioni si svolgeranno in presenza secondo un calendario che verrà comunicato con qualche giorno di anticipo e secondo le modalità riportate sulla circolare del dirigente scolastico. Si adotteranno le misure di prevenzione dal rischio di infezione da Covid, tenendo a riferimento gli elementi informativi e le indicazioni operative per la tutela della salute e per la sicurezza dei componenti dei seggi elettorali e dei cittadini aventi diritto al voto predisposti dal Comitato tecnico-scientifico presso il Dipartimento della Protezione Civile.

Le regole per l’elezione dei rappresentanti dei genitori sono quelle di sempre: il voto si svolge presso l’istituto scolastico frequentato dai figli. Ogni seggio elettorale sarà composto da tre genitori con funzioni di scrutinio, uno dei quali con funzione di presidente. Ogni genitore ha diritto di voto attivo e passivo ed è tenuto ad esibire il proprio documento d’identità al momento dell’elezione.

Le novità legate all’emergenza sanitaria sono: 1) necessità di utilizzo di una penna personale; 2) interdizione all’accesso degli alunni fuori dall’orario scolastico; 3) divieto d’accesso a quanti si presentano senza mascherina o privi di green pass; 4) igienizzazione delle mani con gel idroalcolico prima e dopo le operazioni di voto; 5) permanenza nei locali per il tempo strettamente necessario alla votazione.

A ciò si aggiungono le norme basilari del contenimento del Covid: evitare di recarsi al voto se affetti da sintomatologia respiratoria o da temperatura corporea superiore ai 37,5°C; non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

 

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info