17/03/2020

Il Regno Unito e il coronavirus

Sir Patrick Vallance, primo consigliere scientifico del primo ministro britannico Boris Johnson, ha affermato che per controllare il Coronavirus-19, è opportuno che la maggior parte della popolazione venga contagiata: «Con il 60% della popolazione infetta dal virus, otterremo una immunità di gregge». L’immunità di gregge si verifica quando la maggior parte della popolazione è vaccinata, cosicché l'agente patogeno non circola più, poiché viene bloccato dai vaccinati a beneficio anche dei non vaccinati.

In linea con il suo consigliere scientifico il 13 marzo 2020, Boris Johnson ha pubblicamente annunciato ai sudditi del Regno Unito: «Abituatevi a perdere i vostri cari». poiché per il bene del paese si deve attuare una «selezione naturale di massa» (sic), e ha concluso: «Chi avrà soldi per permettersi una sanità privata, potrà sicuramente sopravvivere, ma chi non li ha, starà alla sorte».

La mortalità da Coronavirus-19 risulta attualmente del 6% e si concentra nella popolazione anziana o già affetta da patologie soprattutto cardiorespiratorie: in tal modo il governo di Sua Maestà Britannica risparmierà sia cure mediche per patologie croniche sia pensioni di vecchiaia, ed incasserà tasse di successione, che nel Regno Unito sono molto elevate.

Il principe Filippo di Edimburgo, come presidente del WWF, il 08.08.1988 dichiarava alla Deutsche Press Agentur: «Nel caso in cui mi reincarnassi, vorrei ritornare come virus letale per dare il mio contributo a risolvere il problema della sovrappopolazione».

 

di Luciano Leone



 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info