Firma ora

Vergogna Santori: il Sindaco Lepore gli tolga la delega alle politiche giovanili. I giovani meritano di meglio!

Abbiamo bisogno di 1.500 FIRME: 98%

1.471 SU 1.500

Il consigliere comunale del Pd e capo delle ‘sardine’ Mattia Santori ha dichiarato pubblicamente di fumare la cannabis che lui stesso coltiva, illegalmente, in casa.

È indegno che un rappresentante delle istituzioni si vanti di violare la legge vigente, che va rispettata a prescindere dalle opinioni sulla legge stessa.

È ancor più vergognoso che a vantarsi di fare uso di droga coltivata illegalmente in casa sia un consigliere incaricato dal Sindaco di curare le politiche giovanili.

Che razza di messaggio mandano il Sindaco e il Comune ai giovani bolognesi?

Che violare la legge per drogarsi è qualcosa di “virtuoso”, come ha detto Santori?

È stata superata la soglia della decenza e della legalità.

Il Sindaco Lepore deve immediatamente ritirare la delega alle politiche giovanili assegnata a Mattia Santori, per manifesta indegnità e inadeguatezza.

I giovani meritano ben altri esempi di vita e di politica!

 

Firma subito questa petizione:

Il Sindaco di Bologna Matteo Lepore revochi la delega alle politiche giovanili assegnata al consigliere Mattia Santori, che ha ammesso di coltivare illegalmente cannabis in casa per drogarsi.

I giovani meritano ben altri esempi di vita e di politica!

⬇️ FIRMA QUI ⬇️

Firmando questa petizione acconsenti al trattamento dei dati personali nel rispetto della normativa vigente secondo le condizioni indicate nell’informativa sulla Privacy

Acconsenti a ricevere informazioni sul risultato di questa petizione e sulle altre iniziative e campagne di Pro Vita & Famiglia?

Grazie per aver sottoscritto la petizione!


Resta aggiornato!
Questa causa avrà presto degli sviluppi importanti. Per sapere che cosa accadrà, acconsenti a ricevere informazioni sulle iniziative di Pro Vita & Famiglia, nel pieno rispetto della normativa sulla Privacy?;



Acconsento ad essere ricontattato mediante l'invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli, nonché al trattamento dei dati personali nel rispetto della normativa vigente secondo le condizioni indicate nell'informativa sulla Privacy. Nel caso in cui sia stata espressa la volontà di ricevere a casa pubblicazioni, acconsento a ricevere eventuale materiale cartaceo informativo, promozionale o di raccolta fondi all'indirizzo indicato. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.