Firma ora

Salviamo i nostri bambini in nome della libertà sanitaria e educativa: il ministro Azzolina si dimetta!

Abbiamo bisogno di 10.000 FIRME: 0%

27 SU 10.000

Questa petizione è promossa dal comitato “siamo tutti nonna Maura”

L’attuale Governo e maggioranza parlamentare ha moltiplicato – specie durante la crisi del Coronavirus – leggi e regolamenti che arrecano danno ai nostri bambini. Chiediamo al Presidente Conte e al Presidente della Repubblica Mattarella di chiedere le dimissioni del Ministro Azzolina. Salviamo i nostri bambini in nome della libertà e, in particolare, della libertà sanitaria e educativa

--- Ecco il messaggio che invieremo al Presidente della Repubblica e al Premier Conte ---

In occasione della pandemia, il Governo ha illegittimamente limitato i diritti inalienabili dei cittadini, previsti dai trattati internazionali e garantiti dalla Costituzione. Soprattutto, i bambini hanno sofferto oltremisura per la mancanza dei rapporti sociali e della scuola. La scuola italiana è oggi in una situazione disastrosa. Nonostante i mesi a disposizione, dalla chiusura delle scuole fino alla riapertura di settembre, la gestione del Ministero dell’Istruzione è stata pessima: mancanza di professori, spazi idonei, aggravata dalli chiusura di tante scuole paritarie abbandonate a sé stesse; carenza di  banchi, famiglie e allievi disorientati, il diritto all’istruzione per molti messo gravemente in pericolo.  Di tutto ciò sono vittime i nostri bambini e, soprattutto, gli indigenti e i disabili.  Tutti gli studenti dovrebbero avere uguale accesso a/e diritto all’istruzione come enuncia l’art. 34 della Costituzione. Le norme assurde che sono state emanate in materia servono solo a scaricare la responsabilità su presidi, insegnanti e genitori, che invece dovevano essere consultati per primi.

Inoltre chiediamo la libertà sanitaria. Il vaccinare i nostri bambini sia frutto di una libera scelta, ragionata e ponderata con il nostro pediatra di fiducia. Non vogliamo obbedire servilmente alla GAVI  (“Global Alliance for Vaccines and Immunisation.),a Bill Gates, all’OMS e alle multinazionali farmaceutiche che hanno come oggetto sociale la diffusione dei vaccini a scopo di profitto. I nostri politici smettano di obbedire ai diktat di queste strutture che hanno a cuore solo il “dio denaro” e comincino a perseguire il Bene Comune, soprattutto riguardo alle fasce più deboli della nostra società.

I genitori hanno il prioritario diritto e dovere di istruire e educare i figli, come enunciano l'art. 30 della Costituzione e l'art. 26 della DUDU. Perciò anche l'educazione nella sfera dell'affettività e della sessualità deve essere assolutamente individualizzata e spetta quindi ai genitori. Un Governo non può favorire i tentativi di indottrinare i nostri figli con programmi e progetti che - con la scusa della lotta al bullismo e alle ingiuste discriminazioni - insegnano ai bambini a dubitare della propria identità sessuale (perché si potrebbe “scegliere” il “genere” che più aggrada).  Chiediamo quindi che il Governo cessi immediatamente tutte le sue indebite ingerenze nella potestà genitoriale.  

La protesta civile, ma ferma, di fronte alle coercizioni di cui sono vittime i nostri figli si leva da tutta Italia: in poche settimane le aderenti al Comitato “siamo tutti nonna Maura“ sono diventate decine di migliaia e hanno deciso di convergere a Roma il sabato 10 ottobre a Piazza Quadrato della Concordia, all’EUR, alle ore 15.

Firma la petizione, compilando il modulo, per chiedere al Presidente del Consiglio e al Presidente della Repubblica di sollecitare le dimissioni del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e che il Governo inizi a proteggere gli interessi dei genitori delle famiglie e dei bambini!

Firma subito questa petizione per:

- chiedere al Presidente del Consiglio e al Presidente della Repubblica di sollecitare le dimissioni del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e che il Governo inizi a proteggere gli interessi dei genitori delle famiglie e dei bambini.

 

Acconsento al trattamento dei dati personali al fine di ricevere informazioni richieste come indicato nelle Condizioni sulla Privacy

Acconsento ad essere ricontattato mediante l’invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info