Presidente Municipio dirige blitz contro sede di Pro Vita per censurarci anche a casa nostra! Chiediamo le dimissioni!

Abbiamo bisogno di 20.000 FIRME: 79%

15.781 SU 20.000

Il presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi del PD, insieme ad alcune consigliere e cittadine, ha diretto un “blitz” contro la sede di Pro Vita a Roma per coprire un manifesto regolarmente affisso in vetrina, raffigurante un bimbo di 11 settimane nel grembo materno.

Firma, compilando il modulo, per chiedere le dimissioni del presidente del I Municipio di Roma!

Hanno così imbrattato la sede con cartelli abusivi in favore dell’aborto. In altre parole, un presidente di Municipio, che – in teoria – dovrebbe lavorare per tutti i cittadini, si fa portavoce di una minoranza di abortiste per censurare un manifesto raffigurante un bimbo nel grembo affisso regolarmente all’interno della sede di Pro Vita…

Ormai gli abortisti non tollerano che si possa manifestare in favore della vita nemmeno nel proprio domicilio!

Questa azione abusiva e liberticida da parte di un presidente di Municipio è intollerabile: firma anche tu per chiedere al Consiglio municipale di Roma I di sollecitare le dimissioni del presidente Sabrina Alfonsi.

Non possiamo accettare la censura contro la vita persino a casa nostra!

Firma subito questa petizione per:

– Chiedere le dimissioni del presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, che ha guidato un blitz di abortiste contro la sede di Pro Vita per censurare un manifesto raffigurante un bimbo nel grembo.

 

Acconsento al trattamento dei dati personali al fine di ricevere informazioni richieste come indicato nelle Condizioni sulla Privacy

Acconsento ad essere ricontattato mediante l’invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info