Firma ora

Firma per proteggere i minori dal porno online!

Abbiamo bisogno di 20.000 FIRME: 93%

18.688 SU 20.000

+++ AGGIORNAMENTO. A novembre abbiamo incontrato il Ministro Giorgetti, che si è mostrato aperto e disponibile ad accogliere la petizione. Ora, in vista di un nuovo incontro, abbiamo bisogno di molte più firme per dare ancora più forza alle nostre richieste in difesa dei minori… +++ 

Nell’ultimo anno l’uso da parte dei minori dei social media è aumentato drasticamente, peggiorando i rischi dell’esposizione dei minori all’ipersessualizzazione. Il consumo precoce di pornografia online e di altri contenuti non adatti favorisce l’attività sessuale promiscua, prematura e senza responsabilità, gli atteggiamenti violenti legati alla sessualità; atteggiamenti di oggettificazione delle persone, dipendenze sessuali e l’aumento della violenza su donne e bambini.

Lo scorso giugno, il Parlamento ha approvato un emendamento alla riforma della giustizia che impone ai provider di servizi Internet l’installazione di un filtro preventivo che blocca in automatico i siti pornografici o comunque con contenuti non adatti ai minori. In base alla nuova normativa, il blocco dei contenuti per adulti dovrà essere preimpostato gratuitamente dai fornitori di servizi di comunicazione elettronica, e potrà essere disattivato solo da un adulto.

L’obiettivo, lodevolissimo, è quello di proteggere bambini e ragazzi dai rischi del cyberspazio, contrastando il pericolo derivante da un’esposizione precoce a contenuti non consoni alla loro crescita e a una sana maturazione psico-fisica. Tuttavia, questa norma non può ancora essere applicata, poiché dipende dall’’emanazione di un apposito regolamento attuativo, la cui stesura spetta al Ministero dello Sviluppo economico e all’AGCOM.

Firma questa petizione, compilando il modulo, per chiedere che il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e il Presidente dell’AGCOM Giacomo Lasorella si impegnino a permettere al più presto l’applicazione della norma di tutela dei minori dai rischi del Web.

--- Ecco il messaggio che invieremo al Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e al Presidente dell’AGCOM Giacomo Lasorella ---

La legge n. 70 del 25 giugno 2020 di conversione del D.L. n. 28/2020 “Misure urgenti in materia di intercettazioni, di ordinamento penitenziario, di giustizia civile, penale, amministrativa e contabile e per l’introduzione del sistema di allerta Covid-19” ha introdotto l’obbligo, per i soggetti che somministrano comunicazioni elettroniche, di “prevedere tra i servizi preattivati, sistemi di parental control o di filtro di contenuti inappropriati per i minori e di blocco dei contenuti riservati ad un pubblico di età superiore agli anni diciotto”.

Una disposizione quantomai opportuna per poter proteggere giovani e giovanissimi dai danni alla salute causati da un’esposizione precoce a contenuti violenti, pornografici, o comunque inadatti a uno sviluppo equilibrato della loro personalità ancora in formazione. Un fenomeno la cui gravità è dimostrata dall’aumento dei “centri di riabilitazione psicologica dei minori vittime di pornografia su Internet”.

La normativa richiede però l’emanazione di un apposito regolamento attuativo, la cui promulgazione è demandata al MiSE e all’AGCOM.

Chiediamo pertanto che il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e il Presidente dell’AGCOM Giacomo Lasorella varino al più presto il regolamento di attuazione della norma di protezione dei minori dai rischi del cyberspazio.

-- Puoi scaricare qui il modulo cartaceo per la raccolta manuale delle firme --

Firma subito questa petizione per:

- Chiedere al Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e il Presidente dell’AGCOM Giacomo Lasorella di attuare con estrema urgenza la disposizione di legge che tutela i minori dagli enormi rischi del web.

FIRMA QUI:

Acconsento al trattamento dei dati personali al fine di ricevere informazioni richieste come indicato nelle Condizioni sulla Privacy

Acconsento ad essere ricontattato mediante l’invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info