Firma ora

Firma per la riapertura delle scuole a settembre in sicurezza!

Abbiamo bisogno di 25.000 FIRME: 70%

17.483 SU 25.000

Le decisioni del Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, rischiano di mettere in grave difficoltà i bambini, i giovani e le famiglie. Il Ministro ha dichiarato che da settembre le lezioni saranno "metà a scuola, metà a casa" tramite la "Didattica a distanza".

Questa proposta è inaccettabile per l'enorme peso che viene scaricato sulle famiglie e per i danni che può provocare alla formazione intellettuale e umana degli studenti, nonché alla loro salute.

Firma per chiedere al Ministro dell’Istruzione e al Presidente del consiglio di prevedere la piena ripresa della scuola a settembre, nel rispetto delle misure di sicurezza occorrenti.

Questa petizione è promossa da: Associazione Family Day, Associazione Non Si Tocca la Famiglia, Associazione Generazione Famiglia e Pro Vita & Famiglia Onlus.

-- Ecco il messaggio che invieremo al Ministro dell'Istruzione e al Presidente del consiglio --

Grande preoccupazione hanno destato le dichiarazioni del Ministro dell'Istruzione, secondo le quali da settembre le lezioni saranno "metà a scuola, metà a casa" tramite la "Didattica a distanza", ipotizzando di dividere le classi: "Una metà degli studenti per metà settimana andrebbe a scuola, poi l’altra metà".

Le ragioni per le quali questa proposta è inaccettabile sono molteplici. Le famiglie - già messe in grande difficoltà dalla crisi sociale ed economica in atto - subirebbero un ulteriore grave colpo: i genitori dovranno organizzare il loro lavoro in base ai giorni della “Didattica a distanza” (DAD) e molti saranno costretti o a continuare il lavoro sopportando le spese di un baby sitter oppure ad attendere alla cura e all'istruzione dei figli, sacrificando il lavoro e soffrendo un danno economico aggiuntivo.

L’ipotesi "metà a scuola, metà a casa" è dannosa anche per i bambini e i giovani, sia sotto l’aspetto relazionale e pedagogico, sia in relazione alla salute psicofisica.

La didattica a distanza (DAD) non è comparabile alla presenza in classe dal punto di vista didattico, relazionale ed emotivo. Gli studenti sono esposti a molte più distrazioni a casa, manca quella presenza fisica che stimola l’attenzione ed è fortemente compromessa la comunicazione anche non verbale che permette agli insegnanti di sentire la recettività degli alunni. Gli studenti hanno e avranno sempre bisogno di stare in contatto con i loro "prof" e con i "compagni".

Inoltre, la DAD sta creando una voragine tra studenti agiati e studenti con disabilità e fragilità socio economiche, i quali hanno maggiori difficoltà - e talvolta nemmeno la possibilità - di seguire le lezioni telematicamente.

Il tempo trascorso a seguire le lezioni online si aggiunge a quello passato di fronte agli schermi, che in questo periodo di restrizioni ha già conosciuto un forte aumento: ciò peggiora una serie di problematiche psicologiche nei bambini e nei giovani, tra le quali: disturbi del sonno, depressione, maggiore irritabilità, difficoltà di concentrazione, disturbi d’ansia, dipendenze e isolamento.

Molti altri paesi hanno già provveduto a riavviare le attività scolastiche: il Governo ha quattro mesi per organizzare il rientro in sicurezza.

Chiediamo quindi che il Ministero dell’Istruzione e il Governo rispettino il diritto all'istruzione e alla salute dei bambini e dei giovani, nonché l’interesse delle famiglie, riaprendo pienamente - in sicurezza - le scuole di ogni ordine e grado a settembre.

Firma subito questa petizione per:

- chiedere al Ministro dell'Istruzione e al Presidente del consiglio di prevedere la piena ripresa della scuola a settembre, nel rispetto delle misure di sicurezza occorrenti.

 

Acconsento al trattamento dei dati personali al fine di ricevere informazioni richieste come indicato nelle Condizioni sulla Privacy

Acconsento ad essere ricontattato mediante l’invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info