Firma ora

Drag Queen e gender per bambini, promosso dal Comune di Roma: protesta anche tu!

Abbiamo bisogno di 25.000 FIRME: 79%

19.660 SU 25.000

Il Comune di Roma promuove un evento basato sulla sessualità fluida, in cui due "Drag Queen" raccontano fiabe gender ai bambini.

L'evento si chiama "Fiabe e racconti di inclusione e amicizia per bambin* e ragazz*". Gli asterischi sono voluti per nascondere il genere delle parole: non esistono più "bambini" e "bambine" ma un indifferenziato "bambin*". Il sesso è fluido, confuso, mutevole. In poche parole, un concentrato di ideologia gender somministrato ai bambini dalle Drag Queen Cristina Prenestina e Paola Penelope. Con il patrocinio del Municipio Roma VII e la promozione sul sito del Comune di Roma

È necessario far sentire subito la nostra voce di protesta contro questo evento che intende indottrinare i più piccoli: il primo incontro (26 febbraio), come si legge sulla locandina, è dedicato alle classi della scuola dell'infanzia mentre il secondo incontro è rivolto alla scuola primaria.

L'evento gender è promosso dall'associazione "Cittadini del mondo", il cui sito è realizzato con il supporto di "Open Society Foundations", fondata e diretta dal noto magnate George Soros. Un uomo che spende miliardi di dollari per influenzare le agende politiche degli Stati anche in senso "gender".

Firma quindi subito questa petizione, compilando il modulo, per protestare contro questo evento e chiedere al Municipio e al Comune di Roma di ritirare il patrocinio e cessare la promozione!

-- Ecco il messaggio che invieremo al Sindaco di Roma e al Municipio Roma VII --

Il Municipio Roma VII ha concesso il patrocinio all'evento "Fiabe e racconti di inclusione e amicizia per bambin* e ragazz*"  e il Comune di Roma ha deciso di promuoverlo sul proprio sito web. L'evento prevede la lettura da parte di due Drag Queen di fiabe che veicolano un concetto di sessualità fluida e indeterminata. Lo stesso titolo dell'evento indica l'ideologia sottostante, cioè che bambine e bambini non avrebbero una loro naturale identità sessuale ma che essa sarebbe indeterminata o fluida ("bambin*").

Tutto ciò è aggravato dalla circostanza che l'evento si rivolge anche a bambini piccolissimi (scuola dell'infanzia). È assolutamente inammissibile che si intenda confondere la mente dei bambini diffondendo controverse ideologie, ed è ancora più grave che tutto ciò avvenga con il sostegno del Comune. 

Chiediamo pertanto che il Municipio Roma VII ritiri il patrocinio concesso all'evento e che il Comune di Roma cessi ogni tipo di promozione. 

-- Puoi scaricare il modulo cartaceo per la raccolta manuale delle firme --

Firma subito questa petizione per:

- chiedere al Comune di Roma di ritirare il patrocinio e cessare la promozione dell'evento Drag Queen e gender per i bambini.

 

Acconsento al trattamento dei dati personali al fine di ricevere informazioni richieste come indicato nelle Condizioni sulla Privacy

Acconsento ad essere ricontattato mediante l’invio di email a contenuto promozionale per ricevere aggiornamenti da Pro Vita & Famiglia su nuove iniziative, campagne di raccolta fondi e firme di appelli. Il consenso è revocabile in ogni momento dall'interessato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info