16/09/2020 di Manuela Antonacci

Zanin, candidato a sindaco di Bolzano. In prima linea per difesa di vita, famiglia e disabili

Le prossime elezioni amministrative che si terranno il 20 e 21 settembre interesseranno non solo molte regioni, ma anche importanti comuni della Penisola. Tra questi anche Bolzano, i cui cittadini saranno chiamati a rinnovare il Consiglio Comunale.

A correre per la massima carica ci sono ben dieci candidati, ovvero Brancaglion, Barchetti, Caramaschi (appoggiato dal centrosinistra), Costa, Knollseisen, Walcher, Puglisi, Fortini (del Movimento Cinque Stelle), Zanin (appoggiato dal centrodestra) e Gennaccaro. In particolare il candidato di punta del centrodestra, Roberto Zanin, già  vicepresidente del FC Südtirol-Alto Adige calcio è considerato il principale avversario del sindaco uscente Caramaschi, nonché portatore delle istanze sociali pro life e pro family. Pro Vita & Famiglia lo ha intervistato.

 

Quali sono le ragioni della sua candidatura?

«Prima del lockdown avevo rifiutato la candidatura ma ho avuto modo e tempo di prepararmi durante il lockdown. Ho fatto una valutazione personale: ho pensato che dopo 30 anni di lavoro, come funzionario dirigente bancario, era venuto il momento di dedicarmi alla collettività».

Cosa ne pensa dell’attuale amministrazione?

«Io ho rispetto per tutti ma penso che questa amministrazione ha avuto dei problemi non nella persona del sindaco, che stimo e rispetto ma nella coalizione che ha impedito di fare ciò che era giusto fare, soprattutto in termini di viabilità e sicurezza. Questi sono i due punti dove l’amministrazione ha fallito».

Quale importanza attribuisce ai principi non negoziabili del diritto alla vita e della difesa di famiglia naturale e libertà educativa?

«Io sono un laico di impostazione ma ho un grande rispetto per questi temi e nella mia coalizione, nel nostro programma, sono indicati come temi importanti. E tra l’altro, soprattutto nella parte di Fratelli d’Italia, abbiamo delle persone direttamente coinvolte in questi ambiti. Loro porteranno queste istanze all’interno della nostra maggioranza e troveranno grande ascolto».

Se verrà eletto quale sarà il suo impegno principale?

«Quello a cui accennavo sopra: dove ha mancato l’amministrazione uscente ovvero viabilità e sicurezza, con un occhio alla qualità della vita complessiva della persona e dell’essere umano, a Bolzano che in questi 5 anni, per un andamento complessivo, è stata veramente deficitaria».

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info