06/05/2021 di Luca Volontè

Vogue insiste con le posizioni choc: chi fa figli è un “vandalo dell’ambiente”

Non possiamo dimenticare che la rivista di moda ‘Vogue’ lo scorso gennaio aveva promosso la diffusione dell’aborto come una reale libertà per tutte le donne e le ragazze e lo aveva fatto con i numeri della rivista dedicati alle tennagers.

Ora la stessa rivista, nella sua edizione inglese, torna alla carica e definisce tutti i genitori che accolgono un figlio o lo desiderano come dei “puri vandali dell’ambiente”, seguendo la logica malthusiana e neo ambientalista che ogni figlio che nasce sulla terra è un danno per “madre natura”. Il neonato rappresenterebbe un danno, anche se in realtà tutti sappiamo che a causare i danni all’ambiente sarebbero state le generazioni precedenti, tra cui quelle degli editori di ‘Vogue’, ma questo viene ipocritamente sottaciuto.

L’articolo, scritto da Nell Frizzell e intitolato "Avere un bambino nel 2021 è puro vandalismo ambientale?" inizia chiedendo: "È possibile vivere una vita ecologicamente responsabile mentre si aggiunge un'altra persona al nostro pianeta già sovraccarico?”. Insomma, in poche parole, secondo ‘Vogue’ avere un figlio sarebbe una scelta "preoccupante" alla luce "dell'attuale emergenza climatica", perchè le persone responsabili devono tener conto del “declino della salute del pianeta”.

Frizzell descrive poi delle sue riflessioni personali:  "Prima di rimanere incinta, mi preoccupavo febbrilmente dei problemi arrecati alla terra da parte di un altro bambino occidentale. Il cibo che avrebbe mangiato, i pannolini che avrebbe indossato, l'elettricità che avrebbe usato; prima ancora che iniziasse a stare seduto, mio figlio avrebbe già contribuito al cambiamento climatico molto di più della sua controparte, diciamo, nel Kerala o nel Sud Sudan". Dunque? Il risultato di queste riflessioni è semplice. La Frizzell ha avuto il bambino, suo figlio è nato, ma non ha potuto mancare di ricordare a tutti che mettere al mondo un figlio è un atto vandalistico per l’ambiente.

Ovviamente – in modo ipocrita – ha “dimenticato” di dire che l’atto vandalico per l’ambiente in realtà non viene fatto dai nuovi nati, ma per via degli sproporzionati abusi climatici dei governi dei paesi sviluppati che depredano l’ambiente e violentano il clima in cui vive il pianeta Terra. Insomma, non fate figli e se volete farli sappiate che siete dei delinquenti contro la Terra…

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info