13/09/2021 di Luca Volontè

Non solo Texas. Ecco gli stati Usa che diventeranno pro Life

I leader e governatori repubblicani di ben sei stati americani stanno pensando di approvare leggi simili a quella del Texas per poter meglio difendere la vita nascente e le donne.

Secondo il The Guardian, i  sostenitori dei “diritti” all'aborto si stanno preparando a resistere a una raffica di iniziative “dalla Florida al Nord Dakota”. La legge texana, oltre a vietare l'aborto oltre le sei settimane di gravidanza, concede a qualsiasi privato cittadino la possibilità di citare in giudizio chi fornisce un aborto o assista qualcuno ad abortire.

Almeno sei stati, ovvero Nord Dakota, Mississippi, Indiana, Florida, Sud Dakota e Arkansas hanno già affermato di voler adottare con proprie leggi divieti e limiti simili a quelli texani. Ovviamente le organizzazioni pro aborto sono preoccupate di veder diminuire la propria clientela del mercato degli omicidi dei bambini e Kristin Ford, vicepresidente ad interim delle comunicazioni e della ricerca di ‘Naral Pro-Choice America’, ha condannato il modo in cui i sei stati si sono affrettati a considerare la legislazione con tanta urgenza dopo che la legge del Texas è entrata in vigore.

La rappresentante delle potentissima NARAL ha detto che “questa è la minaccia più acuta e urgente all'aborto legale da quando il caso Roe è stato deciso mezzo secolo fa”. Il senatore repubblicano del Mississippi Chris McDaniel ha detto invece che avrebbe "assolutamente" preso in considerazione la possibilità di presentare una legislazione per allinearsi alla legge del Texas dopo la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti.

Nel frattempo, nonostante gli insulti con i quali gran parte dei mass media stanno accusando i pro life, moltissimi elettori americani sostengono la legge pro-vita in Texas; questo secondo un sondaggio di Rasmussen Reports pubblicato martedì scorso. "La Corte Suprema ha rifiutato di bloccare la nuova legge del Texas che proibisce effettivamente la maggior parte degli aborti dopo sei settimane di gravidanza. Siete favorevoli o contrari alla legge del Texas?", chiedeva il sondaggio. Il 46%, ha detto di sostenere la legge, rispetto al 43% che si oppone. Le opinioni sulla legge sull'aborto in Texas sono nettamente divise per partito preso, dato che il 70% dei repubblicani la sostiene e il 69% dei democratici si oppone. Una maggioranza esiste e resiste nella sua opinione favorevole nei confronti della vita del nascituro.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info