25/03/2022

La candidata di Biden alla Corte Suprema non sa come definire una “donna”. Poi si fa un clamoroso autogol

Durante un’udienza presso il Senato Usa, la candidata alla Corte Suprema - l’abortista voluta da Biden - Ketanji B. Jackson non è riuscita a definire la parola “donna”.

«Può definire la parola “donna”?» è stata la domanda che le ha rivolto la senatrice Marsha Blackburn, R-Tenn e lei ha risposto: «No, non posso, non in questo contesto, non sono una biologa». Un comportamento che ovviamente non è passato inosservato e ha suscitato l’indignazione di molti, non solo semplici utenti social ma anche analisti e commentatori politici. «La risposta corretta è che Jackson dicesse semplicemente 'Io, sono una donna', ma non l'ha fatto. Questo è legittimo e bizzarro», ha twittato il collaboratore di Spectator USA Stephen L. Miller. «Una domanda piuttosto semplice, ma la risposta è stata assolutamente politica». Persino l’autore Lgbt Chad Felix Greene ha commentato l’accaduto criticamente: «Questo - ha scritto - è diventato il nuovo modo in cui i progressisti esprimono la loro superiorità morale senza rivelare la loro debolezza intellettuale», così come la caporedattrice del The Federalist, Mollie Hemingway, che ha chiosato: «La nuova ortodossia di sinistra è che la 'donna' non può essere definita scientificamente o logicamente e che se la definisci in questo modo, devi essere cancellata e distrutta».

La frase di Ketanji B. Jackson non è però stata solamente deplorevole, ma per alcuni anche un clamoroso autogol. C’è chi, infatti, ha notato come l’aver chiamato in causa la biologia sia stato una gaffe nella gaffe, poiché così facendo la Jackson ha implicitamente (meno male!) confermato che per definire un uomo e una donna non c’è bisogno di nessuna “percezione”, bensì proprio della biologia. E la biologia, si sa, non ammette che due sessi: maschile e femminile.

Fonte: FoxNews - Twitter

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info