04/05/2017

La Buona Notizia #680 – Bonus mamma: da oggi si può richiedere

La Buona Notizia di oggi interessa tutti i genitori che hanno avuto, stanno per avere, hanno adottato o hanno preso in affidamento un bambino a partire dal 1° gennaio del 2017: a partire dalla giornata odierna, 4 maggio, sarà infatti possibile presentare la domanda all’INPS per ricevere un premio di 800 euro.

Questo Bonus è conosciuto come “premio alla nascita”, “Bonus mamma” o anche “Mamma domani”.

La domanda può essere presentata via web, tramite il numero verde o negli Enti di Patronato.

Chi può presentare la domanda

La domanda può essere presentata indipendente dal reddito, e questa è una Buona Notizia. Inoltre, il Bonus può essere richiesto:

  • da chi ha partorito nel 2017
  • dalle donne che hanno già terminato il settimo mese di gravidanza
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Pagamento del premio

Leggiamo su AdnKronos: «La misura del premio è pari a 800 euro per ciascun evento e in relazione a ogni figlio nato/adottato o affidato. Alla corresponsione del premio alla natalità provvede l’INPS nelle modalità indicate dal richiedente nella domanda (bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN). Il mezzo di pagamento prescelto deve essere intestato al richiedente. In caso di avente diritto minorenne o incapace di agire, la domanda è presentata dal legale rappresentante in nome e per conto dell’avente diritto. Anche in questo caso il mezzo di pagamento prescelto dev’essere comunque intestato all’avente diritto (minorenne o incapace di agire). L’utente che opta per l’accredito su un conto con IBAN è tenuto a presentare, in linea con le istruzioni contenute nei Messaggi n. 1652/2016 e n. 4395/2016 anche il mod. SR163 (“Richiesta di pagamento delle prestazioni a sostegno del reddito”), salvo che tale modello non sia stato già presentato all’INPS in occasione di altre domande di prestazione».

Un’ultima nota: gli 800 euro di premio percepiti, non andranno a cumularsi al reddito complessivo.

A presto, con un’altra Buona Notizia!

Redazione

Fonte: AdnKronos


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza... la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info