25/01/2022 di Manuela Antonacci

In Italia c’è un comune che stanzia 400 euro per ogni nuovo nato. Un faro di speranza?

Federico Secchi, ex sindaco di Avio, è stato nominato dalla Giunta provinciale di Trento commissario straordinario presso il comune di Lona Lases. Con delibera a firma proprio di Secchi, è stato reso pubblico il provvedimento con cui si è voluto assegnare un contributo comunale di 400 euro per le famiglie dei bambini nati tra il 2020 e il 2021. Noi di Pro Vita & Famiglia l’abbiamo intervistato per saperne di più.

Ci racconta questa iniziativa?

«Ho fatto questo provvedimento perché davvero credo in quello che faccio, ho ormai abbandonato la politica, per cui non cerco visibilità. Premesso questo, vorrei dare supporto alle famiglie che ancora investono nella vita. La vita è un dono sacro e le istituzioni devono sostenerlo. E’ un piccolo segnale che vogliamo dare: come diceva Madre Teresa, si tratta di una goccia nell’oceano. Peraltro è un provvedimento che si colloca nel periodo di piena pandemia. Di grave crisi economica. Quindi per niente scontato».

Chi potrà avere accesso a questa somma?

«La somma può essere richiesta dai genitori dei nuovi nati, negli anni 2020 e 2021, iscritti all'Anagrafe della Popolazione residente nel Comune di Lona Lases al momento della richiesta. Inoltre ne possono beneficiare anche i figli adottati e per i parti gemellari la famiglia potrà presentare tante domande quanti i sono i gemelli nati».

Si ha intenzione di rinnovare l'iniziativa nel 2022?

«Questo non lo so, ma non credo, perché il mio mandato essendo particolare scade verosimilmente a maggio, quando dovrebbero tenersi le prossime elezioni amministrative. Non posso fare previsioni future, ma ho comunque voluto lanciare un piccolo segnale alla politica che si riempie sempre la bocca di “sostegno alla maternità”, ma poi viene fatto poco».

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info