10/02/2021

FLASH - Perché rifiutarsi si vendere ellaOne, senza ricetta, alle minorenni

A Mutigliano, in provincia di Lucca, protesta di una manciata di femministe davanti alla Farmacia  dove Maria Rosaria D’Atri,  ha negato la vendita di EllaOne a una ragazzina. 

La dottoressa ha detto che  la “pillola del giorno dopo” è un abortivo e  «non si può dare con leggerezza. Se l’Agenzia del Farmaco la pensa diversamente, avvalora una menzogna». 

Senza contare che l'ulpistral acetato, il principio attivo di ellaOne, è stato ritirato dal mercato perché nella cura dell'ulcera è stato dimostrato provocare gravi effetti collaterali a carico del fegato.

La vendita senza prescrizione medica anche alle minorenni può indurre le giovani ad abusare di una pillola  potenzialmente abortiva e certamente pericolosa per la loro stessa salute. 

La dottoressa D'Atri, in scienza e coscienza, ha fatto il bene di quella ragazza. 

Ma vaglielo a spiegare alle pseudo-femministe....

 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info