24/08/2020

FLASH - La Russia infligge un duro colpo ai mercanti di bambini e di donne

Il 29 Luglio il Guardian aveva denunciato lo scandalo dell'utero in affitto in Russia: non per stigmatizzare il turpe mercimonio, ma per sottolineare che in Russia era tollerato e  che agli acquirenti ("genitori" d'intenzione) era impedito  abbracciare i pargoletti, già pagati, ma bloccati nel Paese, così come era avvenuto qualche tempo prima in Ucraina.
Dopo la pubblicazione dell' inchiesta la polizia investigativa si è messa in moto  e nel giro di tre giorni, lo scorso 3 agosto,  ha arrestato otto persone, imputate per schiavitù e commercio di esseri umani. Decine di medici ed infermieri sono indagati per tratta di esseri umani. I bambini torneranno alle madri, alle donne che li hanno partoriti.  Se queste non li vorranno, verranno dati in adozione. 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info