21/06/2021

FLASH - La Germania (che consente l’aborto) vieta l'uccisione di embrioni di pulcino perché sentono dolore

In Germania, uccidere embrioni di pulcino sarà illegale, mentre i bambini non ancora nati possono ancora essere strappati dall'utero delle loro madri e uccisi.

Il governo tedesco ha infatti recentemente approvato una legge che vieta l'uccisione di embrioni di pulcino di sei giorni poiché sono "sensibili al dolore", così come l'uccisione di pulcini a causa del loro sesso. Tutto ciò mentre i bambini vengono legalmente torturati e uccisi nel grembo materno in Germania e nella maggior parte degli altri paesi del mondo attraverso l'aborto.

Nel 2020, il ministro dell'agricoltura tedesco Julia Klöckner ha avviato un disegno di legge che vieta l'uccisione di pulcini maschi. Ciò interesserebbe i 45 milioni di pulcini maschi che vengono uccisi ogni anno negli allevamenti tedeschi di galline ovaiole per il fatto che non possono deporre le uova o produrre abbastanza carne abbastanza rapidamente da essere ingrassati e macellati.

I legislatori tedeschi hanno deciso che, a partire dal 2022, sarà vietato uccidere pulcini maschi poiché gli embrioni di pulcino sono "sensibili al dolore dal settimo giorno". Pertanto, gli allevamenti dovranno utilizzare metodi per determinare il sesso dei pulcini prima che si schiudano in modo che possano essere rimossi dalla covata.

Inoltre, a partire dal 2024, dovranno essere utilizzati metodi per determinare il sesso dell'embrione di pulcino in un'età ancora più precoce in modo che possano essere eliminati mentre sono in una fase meno sviluppata, garantendo così che gli embrioni di pollo non sentano alcun dolore. Klöckner ha affermato che con l'approvazione di questa legge, "Siamo pionieri in tutto il mondo".

In Germania, i bambini non ancora nati possono essere uccisi attraverso l'aborto per qualsiasi motivo fino a 12 settimane dopo il concepimento, quando la madre è alla fine del suo primo trimestre. Per altri motivi, gli aborti sono consentiti anche più tardi durante la gravidanza.

L'evidenza scientifica mostra che i bambini non ancora nati possono provare sensazioni già a 12 settimane. Gli aborti compiuti in quel momento provocano un dolore lancinante nei bambini, mentre vengono strappati dall'utero delle loro madri.

Fonte: Life Site News

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info