22/11/2021

FLASH - Così l'utero in affitto fa diventare padre un anziano

L’utero in affitto è un’aberrazione che produce altre aberrazioni in una sorta di circolo vizioso che andrebbe fermato quanto prima in tutto il mondo. L’ultima notizia in questo senso riguarda un uomo d'affari omosessuale di 66 anni nel Regno Unito, il quale ha annunciato in un’intervista al quotidiano “The Mail” il suo progetto di diventare padre di un bambino da una madre surrogata. Ha anche affermato, con aria di sfida: "Non penso di fare nulla di sbagliato".

L'uomo e il suo compagno di 40 anni sono attualmente alla ricerca di una madre surrogata e se dovessero riuscire a portare a termine il loro progetto allora lui diventerebbe probabilmente l'uomo più anziano della Gran Bretagna ad avere un figlio attraverso la maternità surrogata. “La gente mi chiamerà egoista”, ha detto al giornale, “ma ho un partner più giovane che si prenderà cura del bambino. Sono finanziariamente sicuro ora e posso impartire saggezza. Posso anche ancora salire le scale a due a due».

L'uomo ha detto che il suo partner aveva suggerito la maternità surrogata l'anno scorso durante il lockdown del Regno Unito e che avevano deciso che era preferibile all'adozione. "Lo sto facendo per lui, per amore", ha detto. “Ho chiesto quando me l'ha suggerito per la prima volta se era sicuro. Ho tante nipoti, quindi per me non fa differenza, ma volevo farlo per lui. Il mio compagno ha 40 anni. Vuole essere biologicamente connesso al bambino e questo lo posso capire".

L'uomo ha ammesso che ci saranno difficoltà. Infatti lui avrà circa 70 anni quando il bambino inizierà ad andare a scuola. "Sono preoccupato per l'imbarazzo che ci sarà quando lo andrò a prendere ai cancelli della scuola e i bambini chiederanno: 'È tuo nonno?' I bambini possono essere crudeli e non voglio che questo influisca sul bambino".

Dal testo dell’intervista non è chiaro se il sessantaseienne sarà il padre biologico o meno. Tuttavia, sembra chiaro che intenda essere un genitore legale.

Fonte: Bio Edge

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info