09/06/2022

Elezioni Spoltore (Pescara). Profeta: «Natalità, disabili e quoziente familiare al centro»

Si avvicinano le elezioni amministrative del 12 giugno, che interesseranno quasi mille comuni italiani, chiamati a rinnovare Sindaco e consiglieri. Tra questi c’è il comune di Spoltore, in provincia di Pescara, dove è candidata come consigliere comunale Carola Profeta, referente dipartimento Famiglia, pari opportunità e Valori non negoziabili di Fratelli d'Italia della Provincia di Pescara e presidente dell'associazione Fa.Vi.Va.

Carola Profeta, nel suo programma sono previste misure di sostegno sociale ed economico alla maternità, per promuovere il diritto alla vita sin dal concepimento?

«Nel mio proforma e in quello del candidato Sindaco è stato sottolineato il sostegno alla natalità fin dal momento del concepimento. Eletta o meno farò presentare la mozione sulla natalità di Fratelli d'Italia sulla stessa impronta della mozione preparata da Pro Vita & Famiglia che ho già fatto approvare in altri comuni della provincia tra cui il capoluogo Pescara. Ho già parlato con i consiglieri dei comuni di Cappelle e Montesilvano e prossimamente sarà da loro presentata. Si tratta di una mozione che si prefigge l'obiettivo di istituire un fondo per aiutare le madri a fare una scelta diversa rispetto all'aborto e promuove sul territorio le attività di sostegno alla nascita delle associazioni provita».

Sono previste misure di sostegno socio-economico e fiscale alle famiglie, specialmente a quelle numerose?

«Per Fratelli d'Italia lo strumento dell'Isee non è completamente valido perchè alcuni strumenti di calcolo non sono adeguati alle condizioni economiche e sociali delle famiglie italiane odierne, anzi, sono addirittura penalizzanti per le famiglie numerose, lo so perché il mio lavoro è quello di gestire un CAF - Patronato. Si rende necessario dunque introdurre a livello comunale il quoziente familiare per agevolare le famiglie numerose rispetto alla tassazione fiscale locale».

Quali politiche intende promuovere per tutelare i diritti delle persone con disabilità e impedire che le barriere, non solo architettoniche, le spingano ai margini della società?

«Il Comune di Spoltore è diviso in cinque borghi, molto diversi tra loro, sicuramente le barriere architettoniche sono una barriera allo svolgimento di una normale vita decorosa per ogni cittadino fragile e disabile. Ridisegnare i cinque borghi rendendoli agevoli è un impegno che Fratelli d'Italia prende con i cittadini, non solo a Spoltore ma in ogni Comune dove ci candidiamo per governare».

Quali politiche propone per difendere le fasi più fragili o finali della vita umana? Quali servizi specifici per non lasciare malati e anziani isolati dal contesto sociale?

«Nel proforma politico del candidato Sindaco Marco La Torre, che abbiamo contribuito a scrivere, c'è il potenziamento del servizio di assistenza domiciliare per gli anziani e per i soggetti non autosufficienti, attraverso convenzioni con società e cooperative specializzate, ma anche il potenziamento dei servizi per le famiglie che se ne prendono cura. C’è la creazione di una società pubblica-privata che gestisca la struttura residenziale di Villa Angelo, garantendo alti standard di qualità. Fratelli d'Italia ha, infatti, nella sua anima programmatica il principio della tutela della vita dal concepimento fino alla morte naturale. Mettendo in atto tutte le competenze che un'amministrazione comunale può e deve prendere per alleviare la sofferenza difendendo la dignità umana fino all'ultimo respiro».

Sostieni Pro Vita & Famiglia! Puoi donare con carta di pagamento, Paypal oppure via bonifico o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille! Indica nella dichiarazione dei redditi il Codice fiscale: 94040860226
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info