27/05/2021 di Luca Volontè

DAL MONDO – Uk, tornano i bagni divisi per sesso

I servizi igienici per persone dello stesso sesso devono poter essere creati nei nuovi edifici pubblici. Così il Governo inglese nei giorni scorsi ha deciso di garantire in ogni edificio pubblico bagni per il sesso maschile e femminile. In un mondo sempre più gender fluid è già un passo avanti notevole. Secondo le nuove norme generali di urbanistica, infatti, negli edifici pubblici saranno richiesti servizi igienici separati per uomini e donne e non misti.

Il Segretario di Stato per l'edilizia abitativa, le comunità e il governo locale Robert Jenrick modificherà le normative vigenti per garantire che i bagni per persone dello stesso sesso siano installati nei nuovi edifici e in tutti quelli in fase di ristrutturazione. Luoghi come uffici, negozi e ospedali dovranno implementare le nuove regole. Laddove sono già presenti servizi igienici neutri rispetto al genere, saranno necessarie delle partizioni per migliorare la privacy. Una fonte vicina a Jenrick ha dichiarato al ‘Daily Teelgraph’: "È una necessità per le donne avere accesso ai servizi igienici, ma troppo spesso i bagni sessuali separati vengono rimossi di nascosto, causando grande angoscia. Abbiamo ascoltato le preoccupazioni sollevate da donne e anziani sulla propria sicurezza, dignità e incolumità" e "la corretta fornitura di servizi igienici separati sarà mantenuta e migliorata".

Il Ministero dell'edilizia abitativa, delle comunità e del governo locale ha avviato una revisione sulla questione lo scorso novembre, a seguito di numerose denunce secondo cui le istituzioni pubbliche avevano sostituito i servizi igienici per sesso con servizi neutri rispetto al genere. Già a Marzo scorso diverse  organizzazioni femminili avevano chiesto al Governo di intervenire in questa direzione, a tutela della dignità e sicurezza femminile.

Al ‘Times’’ risulta che la decisione del Governo è una risposta inequivocabile al malinteso che i bagni suddivisi per sesso violerebbero la “legislazione sull'uguaglianza". Ora le ovvie ragioni del buon senso prevalgono, i maschi e le femmine sono diverse e ad ognuno deve essere dedicato un proprio bagno.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info