23/03/2021 di Luca Volontè

DAL MONDO – Ecco come la Russia vuole bandire la maternità surrogata

Già lo scoso gennaio la Duma di Stato russa ha avviato i primi passi per modificare l'attuale regolamentazione sulla maternità surrogata. Le nuove proposte proibirebbero agli stranieri e alle coppie non sposate di cercare la maternità surrogata nel paese.

La legge attuale invece prevede che la maternità surrogata “commerciale” sia legale per le coppie eterosessuali sposate e non sposate e per le donne single, per i cittadini russi, residenti e per gli stranieri. Gli uomini single non sono esplicitamente menzionati nella legge, ma diversi casi decisi nelle aule dei tribunali a favore della paternità per i padri single (attraverso la maternità surrogata e la donazione di ovuli), hanno contribuito a creare precedenti che di fatto poi arriva a portare la maternità surrogata a uomini single e coppie dello stesso sesso.

In questo senso, la regolamentazione liberale della maternità surrogata rende la Russia uno dei luoghi più permissivi, "un paradiso riproduttivo, un paese dove quasi tutti coloro che vogliono avere un bambino attraverso la ‘surrogata’ possono realizzare il loro sogno".  (Svitnev 2012).

Con le nuove modifiche si limiterebbe la maternità surrogata alle coppie eterosessuali sposate con permesso di soggiorno in Russia. I futuri genitori che cercano la maternità surrogata dovrebbero essere sposati da almeno un anno, avere almeno 25 anni ma non più di 55, e le coppie avrebbero bisogno di un motivo medico valido per ricorrere a tale procedura. Il clima da ‘far west’ sulla maternità surrogata in Russia è cambiato dagli arresti di medici della fertilità accusati di traffico di bambini a Mosca già nel luglio 2020, dopo che un bambino nato con la maternità surrogata era morto nel gennaio 2020.  

Dopo il mandato d'arresto internazionale per Konstantin Svitnev, CEO dell'agenzia RosjurConsulting che aveva gestito l'accordo di maternità surrogata, le agenzie commerciali e i medici della fertilità sono stati invitati ad agire con più cautela.

Secondo il Moscow Times, il disegno di legge che modificherà le norme attuali prevede che l'uso della maternità surrogata da parte di uomini e donne single non sia pienamente conforme ai principi di maternità, infanzia e famiglia in Russia. Inoltre, la pratica della maternità surrogata "crea una possibilità diretta e indiretta di danneggiare gli interessi nazionali, costituisce una minaccia alla sicurezza pubblica ed economica, alla sicurezza personale e alla sicurezza biologica" (Kuznetsova e Gubernatorov 2021). Per questo si rende necessario il divieto di accesso degli stranieri alla maternità surrogata in Russia, ma anche l’ esportazione di bambini nati da surrogati in Russia.  È dunque chiara e benvenuta la volontà politica che con le nuove e prossime modifiche restrittive della maternità surrogata in Russia porterà un divieto quasi assoluto di tale pratica inumana.  

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info