21/10/2021

Assegno disabili Inps. Il ministro Stefani: «Chiesti chiarimenti»

"Riguardo al documento dell’Inps sugli assegni di invalidità abbiamo provveduto a chiedere chiarimenti. Condividiamo le preoccupazioni espresse da alcune associazioni in relazione a intepretazioni eccessivamente restrittive e che rischiano di penalizzare molta parte delle persone con fragilità che hanno diritto all'assegno. Prendiamo atto dei pronunciamenti della Corte di Cassazione sul requisito dell’inattività lavorativa di cui all’articolo 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118, come modificato dall’articolo 1, comma 35, della legge 24 dicembre 2007, n. 247, ma non possiamo comunque non condividere le preoccupazioni delle persone con disabilità che fino ad oggi hanno potuto contare sull'assegno di invalidità e che ora rischiano di esserne esclusi. Le leggi esistono e le sentenze si rispettano, ma la normativa e la sua applicazione non possono prescindere dai principi cardine del buon senso, dell'equità e del rispetto della dignità dei cittadini". Lo dichiara il ministro per le disabilità Erika Stefani, a seguito di numerose segnalazioni, anche da parte di Pro Vita & Famiglia.

 

Fonte: Ministro per la Disabilità

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info