13/11/2019

La proposta choc: test Hiv su minori senza consenso

Ai tempi dove tutti si scandalizzano e si battono per un pieno e assoluto rispetto della privacy, ecco che l’ultima proposta del ministero della Salute sembra avere tutti i contorni per essere giudicata allarmante e choc. Non solo per quanto riguarda, appunto, la privacy, ma anche e soprattutto per la tutela dei minori.

Come riporta QuotidianoSanita.it, infatti, il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri, nel corso dell’evento “Tempo della salute” organizzato dal Corriere della Sera, avrebbe annunciato che «l’ufficio legislativo del ministero della Salute con il supporto del Garante all’infanzia sta lavorando a uno schema di norma per consentire il test Hiv anche ai minori di tredici anni senza l’autorizzazione dei genitori»

La proposta, però, andrebbe anche a toccare l’educazione sessuale dei minori, in questo caso neanche adolescenti. Infatti sempre il viceministro avrebbe dichiarato che «c’è già una proposta di linee guida per l’educazione all’affettività, alla sessualità e alla salute riproduttiva nelle classi che attende di essere condivisa dal ministero della Salute e dal Miur».

Secondo Sileri, infatti, l’obiettivo primario del ministero sarebbe quello di «promuovere campagne di comunicazione e sensibilizzazione tutto l’anno, attraverso anche i social».

 

di Salvatore Tropea

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info