10/06/2019

Arcigay, Gandolfini condannato. Coghe e Brandi: «La ghigliottina mediatica funziona e rischia di trasformarsi in giudiziaria»

COMUNICATO STAMPA

Arcigay, Gandolfini condannato

Coghe e Brandi (Congresso di Verona):
«La ghigliottina mediatica funziona e rischia di trasformarsi in giudiziaria»

 

Roma, 10 giugno 2019

«Ci stringiamo attorno a Massimo Gandolfini chiamato in causa dall’Arcigay di cui sarebbe stata offesa la reputazione. Qui quelli che sempre più spesso sono diffamati e offesi siamo noi tutti sostenitori della famiglia naturale. Contro di noi abbiamo letto di tutto, se applicassimo i criteri che vorrebbero che fossero applicati a Gandolfini, ne vedreste delle belle», hanno dichiarato Toni Brandi e Jacopo Coghe, organizzatori del Congresso di Verona e presidente e vice presidente di Pro Vita & Famiglia mostrando la propria solidarietà al leader del Family Day e presidente del Comitato Difendiamo i nostri Figli, condannato in primo grado a 4 mesi di reclusione convertiti in 30 mila euro di multa e a una provvisionale di 7 mila euro per l’associazione e 3 mila euro per l’allora presidente.

«Noi ci siamo sentiti dare dei torturatori di bambini, dei trogloditi e degli assassini», hanno continuato Brandi e Coghe, «solo perché difendiamo la vita dal suo concepimento alla sua fine e la famiglia costituita da mamma e papà. Siamo noi i veri discriminati», hanno proseguito Brandi e Coghe.

Il presidente Brandi ha anche aggiunto: «A me addirittura con scritte ignobili hanno augurato la morte e vi è una procedura penale in corso».

«Questa prima sentenza», hanno concluso i due organizzatori del Congresso delle Famiglie di Verona, «rappresenta l’ulteriore prova che la “;ghigliottina mediatica” funziona e rischia di trasformarsi in giudiziaria. Ci aspettiamo che il processo, nella sua prosecuzione, riconosca l’assoluta innocenza di un uomo e medico stimato e ritenuto d’esempio per milioni di persone».

Ufficio Stampa di Pro Vita & Famiglia

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info